Funghi ed app

Ecco le 10 app indispensabili per Android, iOS e Windows

In questa pagina troverai le 10 migliori app disponibili sul mercato per la raccolta funghi, sia per Android che per dispositivi targati Apple e Windows:

 

app-funghi-italia

 

1) Cominciamo con un’app semplice, ma indispensabile quando si cammina nel sottobosco, una bella bussola per evitare di perdersi, ne ho scelto due fra le più precise e diffuse. La prima si chiama semplicemente Bussola (per Android, oltre i 10 milioni di installazioni, con voto medio di 4,3, ultimo aggiornamento al 21 agosto 2014), la seconda si chiama Bussola° e la trovi su iTunes. Entrambe sono gratuite.

 

2) La seconda App che vi suggerisco è valida per tutti gli escursionisti che amano andare in luoghi impervi e non solo per i cercatori di funghi, di chiama GeoResQ ed è un servizio di geolocalizzazione e di inoltro delle richieste di soccorso qualora ci si trovi in difficoltà. Il servizio, promosso dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) e dal Club Alpino Italiano (CAI), consente di determinare la propria posizione geografica, di effettuare il tracciamento in tempo reale delle proprie escursioni, garantisce l’archiviazione dei propri percorsi sul portale dedicato, ed in caso di necessità l’inoltro degli allarmi e delle richieste di soccorso attraverso la centrale operativa GeoResQ. Funziona bene… leggete questa disavventura nel Vicentino, risoltasi positivamente con l’app. GeoResQ è un servizio offerto a pagamento con contratto annuale ( 12 mesi) al costo di 20 euro + IVA (24,40 euro, ). Sconto del 50% per i soci del Club Alpino Italiano ( 10 euro + IVA pari a 12,20). Doppia versione Android e iOS.


 

Mushtool

Screenshot di Funghi – Mushtool

 

3) Funghi – Mushtool, è un app gratuita per Android con programmi di utilità rivolti ai cercatori di funghi, siano essi principianti o esperti. Ha tutte le funzioni base, ti permette di identificare i funghi con immagini di alta qualità e i commenti dall’esperto, puoi salvare la foto di un fungo che non conosci e controllare meglio dopo a casa, puoi salvare tramite GPS il luogo dove hai trovato i funghi più belli e dove hai lasciato la macchina (così non non ci si perde). Presenti persino tante ricette e un gioco per imparare a riconoscere i funghi. Ha più di 100 mila download e un voto medio 3,9, ultimo aggiornamento 10 novembre 2015. La traduzione in italiano è stata fatta utilizzando traduttori online ed è a tratti buffa.

 

4) Myco, applicazione disponibile sia gratuitamente che a pagamento nella versione pro. Contiene informazioni su 50 tipi di funghi nella versione gratuita, con immagini. I dati sono strutturati secondo l’habitat, le caratteristiche, la commestibilità e le possibilità di confusione. La maggior parte delle informazioni proviene da Wikipedia. I dati sono disponibili offline in caso che non ci sia la connessione. Anche qui puoi salvare i tuoi luoghi preferiti – fino a 50 con l’app gratuita – con posizione GPS, una foto del fungo e dell’ambiente, la data, l’orario e un commento. Nella versione Pro che costa 4,94 euro sono presenti in database ben 300 tipi di funghi e si possono salvare un numero di luoghi illimitati con dieci foto per luogo. È possibile inoltre migliorare il database dei funghi inserendo le ulteriori specie. Oltre 10 mila installazioni nella versione gratuita, voto medio 3,5 stelle. Ultimo aggiornamento il 28 marzo 2016. Disponibile per Android (link precedenti), ma anche su iTunes.

myco-mappa

Screenhot della Mappa su Myco

5) Boletus, applicazione sia free, nella versione lite, che a pagamento. E’ molto semplice da utilizzare e può essere utilizzato sia da utenti esperti che da principianti per determinare la classe di un fungo. È inoltre possibile salvare la posizione in cui si sono trovati i funghi. I funghi si possono cercare per colore, forma del cappello, esistenza dell’ anello e via dicendo. Si può anche sfogliare il database che è sempre dissponibile anche senza connessione a internet. E’ possibile consultare una versione demo. La versione gratuita ha tra le 10.000 e le 50.000 installazioni, con un voto medio di 3,9 nella versione a pagamento (1,82 euro). Ultimo aggiornamento il 6 novembre 2015.

 

6) aFunghi Plus, è un’app per Android nata come ausilio ai cercatori di funghi, specialmente per quelli meno esperti, e offre strumenti utili al riconoscimento ed alla geolocalizzazione dei funghi rinvenuti. Contiene circa 100 funghi nel database e, oltre ad una breve introduzione alla biologia dei funghi, presenta anche una tavola dicotomica che permette, attraverso la descrizione della tassonomia, di ottenere un primo criterio di classificazione della specie del fungo rinvenuto (detta così sembra difficile, ma è più facile da usa re che da spiegare). Possiede anche una guida alla conservazione dei funghi stessi. L’app non viene aggiornata dal dicembre 2013, ma è stato comunque implementato il salvataggio del luogo ove si è lasciata l’automobile (ovvero la funzionalità per salvare la posizione GPS iniziale di ricerca). Gode di più di 500 installazioni con voto medio di 4,4. Costa 1,55 euro.

 

7) Cerca Funghi, applicazione per Android, che permette di cercare i funghi attraverso immagini e testo (oltre 270 specie fra le più note e diffuse in Europa e nel Mondo), di tracciare i luoghi di raccolta. I funghi sono descritti con nome scientifico, nome comune, famiglia, cappello, lamelle, gambo, carne, habitat e note varie. Si possono fare ricerche rapide o più avanzate in base a parametri descrittivi. Si può visualizzare la propria posizione sulla mappa e salvare le proprie coordinate con delle note personali. Presente una sezione didattica comprensiva di Glossario e Questionario. Il database è gestibile anche senza un collegamento ad Internet. Presenta oltre mille download con 150 voti, voto medio 4,2. Aggiornata il 28 marzo 2016. Costo 2 euro. Disponibile anche per dispositivi Windows.

Screenshot di Boletus, cerca per forma del fungo!

Screenshot di Boletus, cerca per forma del fungo!

 

8) TrovaFUNGHI, applicazione del 2012 compatibile con iPhone, iPad e iPod touch di Giangiacomo Feltrinelli Editore, costo 3,99 €. Essa permette di rispondere a domande quali “Come si riconoscono i funghi? Quali sono quelli velenosi? Dove e quando crescono?” Si tratta di una guida sintetica, aggiornata con tutte le informazioni necessarie e le fotografie delle specie, per riconoscere quelle più diffuse. Descrive anche il valore organolettico di ogni fungo e presenta curiosità varie. C’è la funzione mappa con geolocalizzatore via GPS, per salvare la posizione geografica e poter così ritrovare rapidamente i luoghi preferiti e una sezione per registrare note e osservazioni personali. Database di schede e fotografie delle specie consultabile offline.

 

9) Funghi, app progettata per iPhone e iPad, costa 0,99 euro e aggiornata a fine 2013. E’ stata la prima applicazione del genere tutta italiana, ottimizzata per VoiceOver, che ti permette di portare sempre con te, un compendio per riconoscere la principali specie di funghi delle nostre montagne. Imponente il database con ben 350 tavole di funghi diversi che la rendono ricca di contenuti e immagini. Contiene anche una tavola morfologica che permette di conoscere il significato dei termini più utilizzati per indicare le diverse parti dei funghi, e una tavola sintomatologica con le più importanti per riconosce le più diffuse manifestazioni causate da ingestione di specie tossiche o velenose.

 

10) I Funghi nella Natura, è un app che richiede iOS 5.1 o versioni successive ed è ottimizzata per iPhone 5. Realizzata dalla Litografica Editrice Saturnia in collaborazione con gli esperti del Gruppo Micologico G. Bresadola e dimension.it (riprende l’impostazione descrittiva dell’opera I funghi dal vero” di Bruno Cetto, uno dei manuali di micologia più diffusi in Italia). Si tratta di una guida completa ai più diffusi funghi commestibili e velenosi – ben 500 le specie fungine descritte e illustrate – , con una ricca rassegna di fedeli illustrazioni fotografiche. Da sottolineare il link alle specie confondibili più importanti. Costa 5,49 euro.

funghi-sync

Screenshot Funghi Sync

 

E in più due applicazioni fuori classifica, l’una perché assai particolare, la seconda perché ha pochissimi download anche se sembra molto interessante.

 

I funghi, applicazione molto particolare per dispositivi Windows, con tante info sui funghi, dalle notizie su quanto è piovuto, alle sagre, alle ricette… ovviamente a base di funghi!

 

Funghi Sync, app per Android, aggiornata al 7 dicembre 2015, completissima, pensate che contiene più di 3000 descrizioni, 780 descrizioni e 5 mila foto di funghi. Le foto sono prese da diverse posizioni sono presenti persino immagini microscopiche di spore. Questa applicazione permette anche di aggiungere e disporre di propri segnalibri e anche aggiungendo immagini proprie. Costa 4,88 euro ed ha tra le 100 e le 500 installazioni. Questo è il sito ufficiale dell’app.

 

NOTA BENE: Avvertimento conclusivo, le app possono essere anche molto belle e complete, ma si può essere sempre tratti in inganno, quindi se non conoscete bene i funghi vi consiglio o di seguire uno dei nostri corsi di micologia che si svolgono ogni anno per imparare a riconoscerli, oppure di fare affidamento sull’esperienza di esperti riconosciuti, come quelli che sono a vostra disposizione presso gli ispettorati micologici.